Archivio mensile:dicembre 2017

L’ORTAGGIO DEL MESE : LA TOPINAMBUR

Diversi sono i nomi con cui questo tipo di ” patata” viene chiamato:“Patata del Canada”, “tartufo di canna” “pera di terra” e ancora “rapa tedesca” o “carciofo di Gerusalemme”.

Risultati immagini per topinambur

Molto ricco in sali minerali e vitamina C (e povero invece di calorie), al topinambur  sono riconosciute proprietà diuretiche con doti benefiche (per i diabetici in particolare) per abbassare la glicemia. 

Contrariamente alla patata non contiene amidi.Esistono due varietà di topinambur, la bianca precoce che è disponibile già da fine agosto e la violacea, che si trova in commercio in autunno-inverno.

Ha un buon contenuto di potassio e ferro e contiene sia fibra solubile, che permette la riduzione dei livelli di colesterolo e glucosio nel sangue, sia fibra insolubile che invece è utile in caso di stipsi per accelerare il transito intestinale, favorendo un’azione di pulizia dell’intestino. Queste proprietà fanno del topinambur un alimento ideale per chi vuole tenere sotto controllo il peso corporeo.

PROPRIETA’ DEL TOPINAMBUR

Nella topinambur sono presenti molte sostanze nutritive, soprattutto ferro e potassio, fibra, in particolare inulina. Vediamo le caratteristiche di queste sostanze.

Inulina: è una fibra solubile che non viene digerita ma che svolge diverse funzioni. Essa infatti aumenta il senso di sazietà e la motilità intestinale, abbassa la glicemia, riduce i gas intestinali, favorisce la crescita di batteri buoni nel colon, riduce i livelli di colesterolo cattivo nel sangue e di trigliceridi.

Ferro: è un elemento che entra a far parte dell’emoglobina, una proteina che ha la funzione di trasportare ossigeno ai tessuti. Stimola il funzionamento di diversi organi quali intestino, fegato e milza ed è importante per il sistema cerebrale. Un carenza di ferro può portare a stanchezza, depressione e anemia.

Potassio: ha proprietà vasodilatatrici per cui equilibra il flusso sanguigno e di conseguenza la pressione arteriosa, e regola anche il battito cardiaco.

Tutte queste proprietà nutrizionali di questa pianta se assunta si riversano sotto forma di beneficio per nostra salute….vediamo come!

✓ Riduce colesterolo cattivo, trigliceridi e zuccheri L’inulina contenuta nel topinambur ha la capacità di limitare l’assorbimento da parte dell’intestino di colesterolo, trigliceridi e zuccheri. Grazie a questa proprietà, il topinambur può essere utilizzato efficacemente da soggetti con iperlipidemie e diabetici, evitando i picchi glicemici post-prandiali.

✓ Equilibra la pressione sanguigna Grazie all’elevata presenza di potassio, presente in quantità superiore rispetto alla banana, il consumo di topinambur è in grado di abbassare la pressione arteriosa.

✓ Il topinambur ha un elevato potere saziante L’inulina contenuta nel topinambur a contatto con l’acqua vi si lega e si gonfia, conferendo un effetto saziante e riducendo in questo modo l’appetito. Per questo motivo, è un alimento particolarmente indicato durante le diete dimagranti. Il consiglio è quindi quello di bere acqua quando mangiate il topinambur.

✓ Riequilibra la flora batterica intestinale Sempre l’inulina, sostanza presente nel topinambur che abbiamo già incontrato più volte, favorisce lo sviluppo nell’intestino di batteri buoni svolgendo quindi un’azione immunostimolante.

✓ È digestivo Il topinambur possiede una sostanza leggermente amara che stimola la secrezione di succhi gastrici per cui facilita la digestione.

✓ Indicato in gravidanza Sembrerebbe infatti che il consumo di topinambur sia capace di aumentare la produzione di latte materno, grazie alle proprietà galattogene delle radici, rendendolo un alimento prezioso durante la gravidanza e l’allattamento.

✓ Combatte la stitichezza Grazie alla presenza di fibre, il topinambur è utile in caso di stitichezza e di gas intestinali, che aiuta ad espellere. È quindi efficace per ripulire l’intestino da scorie e tossine accumulate.

✓ Il topinambur è diuretico La presenza di potassio rende il topinambur un alimento adatto per combattere la ritenzione idrica e la cellulite.

✓ Combatte l’anemia Grazie alla presenza di ferro, il consumo di topinambur, aiuta a combattere l’anemia, soprattutto se abbinato ad alimenti ricchi di vitamina C per aumentare l’assorbimento di ferro.

Il consumo di topinambur non comporta particolari controindicazioni o effetti collaterali. Tuttavia, è importante non eccedere nelle dosi giornaliere perchè l’organismo potrebbe non riuscire a smaltire l’inulina contenuta nel topinambur. Un consumo di elevate quantità di topinambur può provocare un eccesso di aria intestinale, diarrea e mal di pancia. La quantità giornaliera consigliata per una persona adulta è di 200 grammi, dose che andrà ridotta in caso di bambini e adolescenti. È vietata l’assunzione in caso di allergia alle piante appartenenti alla famiglia delle Compositae.

In cucina con la topinambur si possono realizzare delle ricette interessanti: dal risotto alla frittata, in insalata con delle carote e magari anche il sedano rapa…..e poi spazio alla fantasia.

 

 

CORONA DEL BUON AUGURIO

Non può proprio mancare per le festività questo pane farcito che , secondo la credenza popolare, è simbolo di fortuna…

Ingredienti per 6 persone: per il lievitino  135 gr di  farina 0 , 15 gr di lievito di birra , 75 ml di acqua , 1 cucchiaino di zucchero ;  per l’impasto 300 gr di farina , 50 gr di parmigiano , 120 ml di latte , 2 tuorli , 100 gr di burro , 1 cucchiaino di sale , 100 gr di pancetta , 100 gr di prosciutto crudo , 150 gr di scamorza , 100 gr di olive verdi , 25 gr di parmigiano
Preparate un lievitino
Mettete la farina, il lievito, lo zucchero e l’acqua in una ciotola
Lavorate fino ad ottenere un panetto morbido poi fate lievitare per 40 minuti
Aggiungete al lievitino i tuorli, parmigiano, farina, burro fuso intiepidito, latte e sale
Lavorate a lungo l’impasto fino ad ottenere un panetto morbido e omogeneo
Formate una palla e fate lievitare per 2 ore
Stendete ora l’impasto su una spianatoia infarinata formando un rettangolo
Coprite interamente la superficie con formaggi, affettati e olive
arrotolate formando un salsicciotto
Tagliare questo rotolo a metà per il lungo,separare delicatamente i due pezzi e formare una treccia tenendo il lato tagliato all’esterno.
Mettere su una teglia da forno e chiudere a ciambella quindi fate lievitare ancora per 40 minuti
Infornate l’angelica salata a 180° in forno già caldo e cuocete per 30 minuti.
Lasciate intiepidire e servite
  BUON APPETITO

ARROSTO DI VITELLO RIPIENO AI PORCINI

Per terminare bene l’anno un secondo delizioso …..

 

Ingredienti: 1 kg di noce di vitello a perta a libro , 1 carota , 1 cipolla , vino bianco , 30 gr di parmigiano grattugiato , sala q.b, , 50 gr di porcini secchi , 1 costa di sedano , 1 spicchio d’aglio , prezzemolo , olio evo , pepe

Mettete i funghi secchi in una ciotola ad ammollare per 20 minuti in acqua tiepida

Sgocciolateli e tagliateli a pezzetti

Filtrate l’acqua di ammollo attraverso un colino a maglie strette foderato con un telo

Scaldate un cucchiaino di olio con lo spicchio di aglio e spellato e rosolate i funghi per 2 minuti a fiamma media

Spegnete, regolate di sale e pepe ed eliminate lo spicchio di aglio

Spuntate la carota, spellatela con il pelapatate e lavatela

Lavate anche la costa di sedano, quindi spellate la cipolla e riducete tutti e tre gli ingredienti a dadini

Disponete la carne su un foglio di carta da forno e disponetevi sopra i funghi, il prezzemolo tritato e il parmigiano reggiano e arrotolatela legandola oppure usate la rete alimentare per tenere ferma la carne.

 

Scaldate 3 cucchiai di olio in una casseruola e rosolate l’arrosto arrotolato per circa 5 minuti, girandolo con un cucchiaio di legno

Unite nella casseruola carota, cipolla e sedano

Sfumate con un bicchiere di vino bianco e lasciatelo evaporare

Chiudete con il coperchio, abbassate la fiamma al minimo e cuocete per 1 ora, irrorando di tanto in tanto con un cucchiaio di acqua dei funghi e girandolo

Togliete il coperchio, regolate di sale e pepe e proseguite la cottura per altri 15 minuti

Tagliatelo a fette e servite insieme a verdure al burro o ciò che desiderate

BUON APPETITO

CIAMBELLA CON CIOCCOLATO AL LATTE

 

Ingredienti: 250 g di farina 00 , 3 uova intere , 150 g di cioccolato al latte , 100 g di zucchero semolato , 100 ml di latte , 70 g di burro , 50 g di granella di mandorle , 1 bustina di lievito per dolci , 1 bustina di vanillina

Per preparare la ciambella montate le uova con lo zucchero a lungo, ad alta velocità così che risultino ben spumose e gonfie, dopodiché aggiungete il latte, la farina setacciata assieme al lievito e alla vanillina. Mescolate fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Sciogliete il cioccolato e il burro insieme, a bagnomaria, e unitelo al precedente composto. Unite la granella di mandorle e versate l’impasto in uno stampo per ciambelle imburrato e infarinato.

Infornare per circa 30/40 minuti a 180° verificando la cottura prima di estrarre il dolce dal forno.Spolverizzare , una volta freddo, con dello zucchero al velo.

ORECCHIETTE ALLA ZUCCA CON CECI E SPEK

I legumi sono gli ortaggi che fanno un po da padroni nei mesi freddi….prepariamo allora un buon primo con i ceci…

Ingredienti  per 4 persone:1/2 porro , 180 gr di zucca  , 180 gr di ceci lessi , noce moscata q.b. , una fetta di speck tagliata un po spessa , 50 gr di pecorino gratuggiato , 320  gr di orecchiette fresche , peperoncino ( facoltativo ) q .b. , olio evo , sale .

Soffriggiamo in padella il porro affettato con 3 cucchiai d’olio.Quando sarà appassito uniamo la zucca a pezzetti , insaporiamo per un minuto e bagniamo con mezzo bicchiere d’acqua calda.Cuociamo per 6/7 minuti fino a che la zucca non inizia a sfaldarsi.

Trascorso questo tempo aggiungiamo i ceci, il sale, ed un po di noce moscata.Proseguite la cottura per 3/4 minuti a fiamma bassa , mescolando delicatamente.Ora aggiungiamo anche lo speck tagliato a dadini e continuiamo a cuocere per altri 4 minuti circa.

Cuciniamo la pasta in acqua salata ed una volta cotta la scoliamo e la facciamo saltare in padella nel condimento aggiungendo un pochino di pecorino.

Dividiamo la pasta nei piatti e completiamo con ancora una spolverata di formaggio.

BUON APPETITO

TORTA SALATA CON FORMAGGI PANCETTA E CAVOLFIORE

Come idea di antipasto natalizio  o per le prossime  giornate di festa non è davvero niente male….molto semplice anche da preparare si può fare anche in anticipo…..

Ingredienti:1 rotolo di pasta sfoglia fresca , 1 cavolfiore di circa 700 grammi , 50 grammi di burro , 3 uova , 1/2 dl di panna fresca , 50 grammi di emmenthal , 30 grammi di grana padano , 80 grammi cubetti dii pancetta affumicata , noce moscata , sale e pepe q.b.

Dividere a cimette il cavolfiore, lavarle a lungo sotto l’acqua corrente.

Mettere sul fuoco una capace casseruola con abbondante acqua leggermente salata; appena leva il bollore, salate e immergere le cimette di cavolfiore, abbassare il fuoco e cuocere per circa 10 minuti circa.

Scolare le cimette, trasferendole, insieme ai cubetti di pancetta affumicata, in una padella nella quale si è fatto fondere il burro, far dorare per 10-15 minuti, pepare e regolare di sale se serve.

Togliere dal fuoco, lasciando intiepidire.

Srotolare la pasta sfoglia, avendo cura di non togliere la sottostante carta da forno, usatela per foderare uno stampo rotondo di 24 cm. di diametro, lasciandola sbordare.

Grattugiare il grana padano e l’emmenthal; sbattere le uova in una ciotola con la panna e metà del formaggi, amalgamati fra loro, insaporite con sale, pepe e una grattatina di noce moscata.

Sistemate le cimette e e i cubetti di pancetta affumicata nel fondo della pasta sfoglia e versatevi sopra il composto di uova.

Ripiegare all’interno l’eccedenza della pasta sfoglia formando un bordo, pizzicandolo con le punte della dita; cospargere la superficie della torta salata  con la rimanenza dei formaggi.

Cuocere in forno, già caldo, a 180° per 30-40 minuti fino a quando la superficie è ben dorata.

Lasciate riposare  per qualche minuto a temperatura ambiente e poi servitela.

 

BUON APPETITO

MANDORLE PRALINATE

Cosa non può mancare sulla tavola delle feste? …le mandorle!!

 

Ingredienti: mandorle sgusciate, g 200 , zucchero, g 180 – 200 , acqua, 2 cucchiai

Mettete le mandorle in una larga padella antiaderente e aggiungetevi lo zucchero e 2 cucchiai d’ acqua . Lasciate sciogliere lo zucchero a fuoco moderato mescolando con un cucchiaio di legno . Lo zucchero, dopo essersi sciolto, inizierà a prima cristallizzarsi   e poi ad attaccarsi alle mandorle , ma non è ancora il momento di spegnere il fuoco.

Continuate a rigirare senza fermarvi e vedrete che lo zucchero si scioglierà ancora una volta, ma no del tutto . Continuate ancora a girare e rigirare e lo zucchero, a poco a poco, si riattaccherà alle mandorle formando la pralinatura . A questo punto, togliete dal fuoco.

Versate le mandorle pralinate in un piatto piano o in un vassoio rivestito con carta da forno, stendetele in un unico strato usando il cucchiaio di legno, e lasciatele raffreddare (che non vi venga in mente di assaggiarle mentre sono ancora calde: scottano terribilmente!).

Mandorle pronte!Sentirete che bontà!!

BUON APPETITO

RICETTE IN BARATTOLO: CIOCCOLATA CALDA

Se anche voi avete il regalo dell’ultimo  minuto e non sapete cosa fare…….Natale è già arrivato ma noi possiamo provvedere ugualmente confezionando in casa una graziosa e buonissima sempre gradita cioccolata!!

Per regalare una golosa  cioccolata calda  da gustare densa e fumante come al bar basta stratificare in un barattolo 30 grammi di fecola di patate, 120 grammi di cacao amaro in polvere,  30 grammi di amido di mais, 100 grammi di cioccolato fondente a scaglie (così da creare un’alternanza tra i colori) e per gli amanti della cannella porre in cima una stecca così da aromatizzare la cioccolata. L’ingrediente fresco da aggiungere al momento della preparazione sono 600 ml di latte.

Preparate tutti gli ingredienti dentro ad un vasetto ricordandovi di scrivere che bisogna aggiungere 600 ml di latte e mescolare bene gli ingredienti .Confezionate il vasetto così ottenuto  a vostro piacere.

COME PULIRE E TAGLIARE UN ANANAS

Se non avete a disposizione l’apposito attrezzo per tagliare l’ananas  o volete imparare a farlo a mano seguite questi semplici passi e vedrete che otterrete senza fatica un capolavoro!!

 

  1. TAGLIARE LA PARTE SUPERIORE

Tagliate con un coltello affilato la parte superiore dell’ananas che può può essere al gusto piuttosto legnosa e fibrosa. Siate generosi con il taglio, senza paura di sprecare polpa preziosa.

Risultati immagini per tagliare ananas

2) TAGLIARE LA PARTE INFERIORE

In egual maniera tagliate la parte inferiore del frutto

Risultati immagini per tagliare ananas

3) TAGLIARE LA BUCCIA ESTERNA

Posizionate l’ananas in piedi e tagliate la buccia esterna, passando il coltello dall’alto verso il basso  ed impugnando bene il frutto. Togliete tanta buccia quanto basta, in modo che rimanga solo la polpa.

Togliere parte esteriore

4) INDIVIDUARE LE LINEE DEGLI ” OCCHI”

Incidere linee diagonali

Una volta che avete rimosso la buccia esterna , dovreste essere in grado di identificare una serie di linee diagonali parallele che collegano tutti gli “occhi” del frutto, ossia quei puntini marroni che vi restano dopo che avete tolto la buccia. Incidete lungo queste linee con un’incisione quasi ” diagonale” in modo che il taglio del coltello si vada a posizionare sotto questo piccoli “occhi”. Non tagliare troppo in profondità e non cercate di tagliarne troppe alla volta.

Adesso tagliate lungo la diagonale opposta, eliminando “gli occhi” in una singola fetta.

Linee diagonali

Ananas pronto!!

LASAGNE AI 4 FORMAGGI CON POMODORO

Una versione Natalizia tutta da provare per queste lasagne ai formaggi!!!Piatto vegetariano ma molto saporito , ricco e nutriente  che nulla ha da invidiare ai primi più elaborati che vediamo sulle tavole per le feste…….e farle è facilissimo!!

Ingredienti: pasta fresca all’uovo per lasagne q.b.( circa 10 fogli), salsa di pomodoro eal basilico ( circa 400ml di salsa di pomodoro e foglie di basilico fresche o congelate) , 500 ml. di latte intero , 50 ml. di panna fresca liquida , 100 g. di gorgonzola dolce , 100 g. di provolone dolce , 100 g. di groviera o simile , 50 g. di parmigiano grattugiato.

Iniziamo dalla salsa al pomodoro:mettete un pochino di olio in una padella , aggiungete la salsa, aggiustate di sale  e fate prendere il bollore.Quando il pomodoro inizia ad addensare un pochino aggiungete il basilico tritato e spegnete.

In una casseruola mettere il latte con la panna, aggiungere tutti i formaggi a dadini, porre la casseruola in un bagnomaria e lasciare fondere i formaggi nel liquido a fiamma dolce, fino ad ottenere una crema alla fine aggiungere il parmigiano e mescolare bene. (se fosse troppo densa aggiungere qualche cucchiaiata di latte, al contrario troppo liquida aggiungere del parmigiano)

Foderare una teglia di medie dimensioni con carta forno bagnata e strizzata, oppure se preferite ungere con del burro la teglia.

Versare sul fondo della teglia due cucchiaiate di salsa ai formaggi, spargerla bene, coprire con la pasta, velare la pasta con la salsa di pomodoro (senza eccedere) una spolverata di parmigiano, coprire ancora con la pasta, la salsa ai formaggi, poi la pasta e la salsa..fino ad ultimare con la pasta, coprirla bene con la salsa ai formaggi, poco parmigiano e qualche fiocchetto di burro.

Infornare già caldo per circa 20′ modalità ventilato, poi passare a modalità statica fino a quando si sarà formata una bella crosticina dorata.

Lasciare raffreddare per qualche minuto poi servire in tavola…buon appetito!

BUON APPETITO