Archivio mensile:marzo 2018

LASAGNE CON SALMONE AFFUMICATO, RICOTTA E BROCCOLI

Questo tipo di lasagna è un po’ diverso nella preparazione rispetto alle lasagne tradizionali  ,ma il risultato finale sarà davvero qualcosa di sorprendente. Ve lo propongo per le prossime festività pasquali…. E vi assicuro che sarà davvero un successo !!Molto semplice anche la preparazione perciò anche le cuoche meno esperte potranno cimentarsi e fare un figurone.

Ingredienti : pasta per pasticcio già pronta 400 grammi  , per la besciamella 500 ml di latte 50 g di farina 25 g di burro un cucchiaino raso di sale noce moscata q.b. ; per il condimento 400 g di ricotta ,  40 g di Parmigiano grattugiato  , un uovo ,  mezza cipolla ,  20 g olio EVO , un broccolo  , sale q.b. ,  200 g di salmone affumicato  , 250 g di mozzarella di bufala.

Iniziamo a preparare le lasagne dal condimento ….in una ciotola mettiamo la ricotta il parmigiano e l’uovo e mescoliamo fino ad ottenere una crema omogenea che lasceremo riposare in frigo .

Continuiamo preparando la besciamella ma potete usare per comodità anche quella pronta Io la preparo con il Bimby: versiamo nel boccale il latte aggiungiamo la farina il burro il sale la noce moscata e cuociamo 7 minuti 90 gradi velocità 4.

A parte in una padella facciamo lessare il nostro broccolo in acqua leggermente salata .Quando è ben cotto lo scoliamo e lo lasciamo raffreddare. Ora procediamo preparando la pasta del pasticcio :mettiamo sul fuoco una padella con abbondante acqua salata e un po’ di olio affinché le sfoglie non si attacchino tra di loro quando l’acqua bolle gettiamo le sfoglie e facciamo cuocere per il tempo indicato nella confezione.

Una volta che avete scolato la pasta delle lasagne stendetela su un canovaccio da cucina e tamponatela  per asciugare l’acqua in eccesso.

Prendete la besciamella tenete da parte un pochino che andrà una parte sotto la teglia come primo strato ed una parte sopra la lasagna come ultimo strato

Scaldate la  besciamella rimasta perbene e incorporatevi il broccolo schiacciandolo con una forchetta ed ottenendo una specie di crema con dei pezzettoni di verdura che restino però visibili.

Andiamo a comporre ora la nostra lasagna :facciamo un primo strato leggero di besciamella quindi adagiamo la sfoglia di lasagna ,  sopra questa metteremo la crema di ricotta  , poi sfoglia di pasta  ,  quindi procediamo con del salmone affumicato un’altro strato di  sfoglia . Ora metteremo la besciamella con il broccolo terminiamo con la sfoglia di pasta la besciamella e sopra quest’ultima la mozzarella di bufala tagliata a pezzettoni un po’ di formaggio grana ed informiamo fino a quando sulla superficie del pasticcio si sia formato un bel colore ambrato.

Togliete dal forno attendete 5 minuti e portate in tavola ben caldo.

BUON APPETITO

La Cebi – Nuovo estrattore Hurom

La Cebi Centro Ecobiologico a Udine in Viale Tricesimo, 254 (sponsor) presenta il nuovo arrivo tra i suoi brand! Un super estrattore di frutta e verdura!

Huromitalia
Huromitalia

E’ perfetto per la disintossicazione di primavera, si può usare per fare estratti, frullati e sorbetti e con i suoi 17 giri al minuto non scalda gli alimenti così non altera e/o distrugge enzimi e vitamine.
E’ disponibile in 3 colori (rosso, nero e grigio) e dal primo aprile c’è un prezzo speciale: 499€ anziché 599 e con un bellissimo libro sugli estratti in omaggio.

Per ulteriori informazioni: huromitalia.it il top per quanto riguarda gli estrattori.

TORTA PASQUALINA

Il classico dei classici in tavola a Pasqua.

Ingredienti:Spinaci Già Puliti (vanno bene anche surgelati) 700 g , ricotta 350 g , parmigiano reggiano (grattugiato) 50 gpasta sfoglia 2 rotoli ,  , uova 6 , sale q.b. , pepe q.b.

Lessate gli spinaci in acqua salata per pochi minuti; scolateli, lasciateli intiepidire, quindi strizzateli bene.  Tritate gli spinaci utilizzando una forbice o un coltello e teneteli da parte ).

Accendete il forno a 180° .

Preparate il ripieno: in una ciotola amalgamate molto bene la ricotta con 1 uovo, il parmigiano, un po’ di sale un pizzico di pepe . Unite gli spinaci e amalgamate ancora .

Con un foglio di pasta sfoglia foderate uno stampo per torta a cerniera del diametro di cm 24 circa. Riempitelo con il ripieno di ricotta e spinaci . Fate 4 piccoli incavi nel ripieno equidistanti l’uno dall’altro. Aprite 4 uova e versatene uno in ogni incavo , in modo che durante la cottura diventino sodi.

Ritagliate il foglio di pasta sfoglia che vi è rimasto in un cerchio grande quanto lo stampo; bucherellatelo con i rebbi di una forchetta  e appoggiatelo sul ripieno della torta. Ripiegate la sbordatura del disco di base e sigillate delicatamente .

Sbattete un uovo  e utilizzatelo per spennellare generosamente la superficie della torta .

Cuocete la torta salata nel forno già caldo a 180°  per 25/30 minuti, fino a quando la pasta sfoglia avrà assunto un bel colore dorato.

…..se decidete di servire la torta pasqualina calda, aspettate comunque una decina di minuti prima di toglierla dallo stampo , me è ottima a temperatura ambiente.

BUON APPETITO

STRUDEL CON RICOTTA E SPINACI

Un antipasto per Pasqua fresco ,  veloce ,  gustoso  , semplice…..

Ingredienti: un rotolo di pasta sfoglia  , 300 gr di spinaci surgelati  , 100  gr di ricotta  , 50 gr di burro ,  2 uova  , sale q.b., semi di sesamo q.b.

Cuocete gli spinaci ancora surgelati per 10 minuti in acqua bollente salata  , scolateli e ripassati in padella con il burro .Fate cuocere per altri 10 minuti a fuoco moderato.

In una ciotola a parte amalgamate  la ricotta e le uova ,  unite gli spinaci e salate il composto se necessario.

Srotolate la sfoglia e allargatevi  sopra il composto di spinaci e arrotolate la sfoglia formando uno strudel

Spennellate la superficie con un uovo sbattuto e un pochino di semi di sesamo

Chiudete i bordi esterni della sfoglia e infornate a 160 gradi per 40 minuti circa o fino a quando la pasta assume un bel colore dorato

BUON APPETITO

POLPETTONE SICILIANO

Avendo sposato un palermitano , quest’anno a Pasqua proporrò ai miei ospiti questa squisita e semplicissima ricetta…

Ingredienti (4-5 persone) per il polpettone:carne tritata di manzo o mista (manzo e maiale) g 600 , uova 2 , pane raffermo g 60-70 , grana grattugiato 2 cucchiai , latte 1 bicchiere , prezzemolo tritato  q.b. , aglio tritato, 1/2 spicchio (facoltativo) , sale q.b.

Per farcire:3 uova sode , 120 gr di provola a fette , 80 gr di prosciutto cotto a fette , 70 gr di salame a fette , pangrattato q.b.

Preparate l’impasto per il polpettone:

mettete il pane raffermo a bagno nel latte fino a quando sarà completamente inzuppato, poi strizzatelo con le mani, sminuzzatelo e ponetelo in una ciotola capiente. Aggiungete la carne tritata, le uova, il prezzemolo, il sale, l’aglio e il grana. Impastate con le mani fino a che tutti gli ingredienti si saranno amalgamati.

Disponete sul piano di lavoro due fogli di carta stagnola parzialmente sovrapposti e spennellateli con olio extravergine di oliva, poi cospargete sull’olio una manciata di pangrattato. Stendete l’impasto sui fogli di stagnola  formando un rettangolo non troppo spesso ( aiutatevi con un materello da cucina).

Spargete un altro po’ di pangrattato, poi adagiate le fette di salame, le fette di prosciutto, le uova sode tagliate a fettine ed infine le fette di provola. Prendete i lembi esterni dei fogli di carta stagnola ed arrotolate il polpettone su se stesso, avvolgendolo ben stretto con la stagnola cercando di stringere quanto basta per renderlo compatto; chiudetelo a forma di “caramella” e ponetelo in una teglia.

Accendete il forno a 200° e infornate il polpettone. Dopo 40 minuti di cottura aprite la carta stagnola (attenzione a non scottarvi!)

Aspettate che il polpettone siciliano sia quasi freddo prima di affettarlo per evitare la fuoruscita della farcia e la rottura della carne. Se non gradite consumarlo tiepido, potete ripassarlo velocemente in forno già affettato e subito prima di servirlo.

BUOB APPETITO

RISOTTO CARCIOFI E GAMBERETTI BIMBY

Non c’è niente di più classico che un buon e bel risotto con carciofi e gamberetti da portare in tavola a Pasqua

Ingredienti per 4 persone : 4 carciofi ,  il succo di un limone ,  un ciuffo di prezzemolo ,  400 g di gamberetti ,  800 g di acqua ,  un cucchiaio di dado vegetale ,  mezza cipolla  , 40 g di olio di oliva  , 280 g di riso ,  50 g di vino bianco  , sale q.b. ,  pecorino grattugiato q. b.

Puliamo i carciofi eliminiamo le foglie esterne più dure,  scaviamo con cucchiaio la barbetta e tagliamoli a fettine .Mettiamoli in una ciotola con il succo del limone per non farli annerire e teniamo da parte.

Mettiamo nel boccale il prezzemolo, tritiamo 5 secondi del 7 e teniamo anche questo da parte

Puliamo e sgusciano i gamberetti e sistemiamoli  nella campana del varoma; teniamo da parte i carapaci .

Senza sciacquare il boccale, versiamo al suo interno l’acqua il dado vegetale i carapaci dei gamberetti posizioniamo il varoma e cuociamo 15 minuti temp. Varoma vel  1 .Togliamo il varoma e mettiamo da parte i gamberetti.

Svuotiamo il boccale filtrando il brodo ottenuto e teniamo da parte. Senza lavare il boccale Inseriamo la cipolla e tritiamo 5 sec. vel. 6.

Aggiungiamo l’olio di oliva e soffrigiamo  2 min 100 gradi antiorario vel. 1 Uniamo i carciofi  , il prezzemolo tritato ,  il riso e tostiamo 2 min. 100 gradi antiorario velocità 1.

Versiamo il vino bianco e sfumiamo 3 minuti 100 gradi antiorario velocità 1 ;uniamo 650 grammi di brodo messo da parte una presa di sale e gamberetti e cuociamo 10 min 100 gradi antiorario vel 1.

Controllare il grado di cottura del risotto che dipende da quale riso avete adoperato e se necessario continuare ancora 2/3 minuti.

Serviamo il risotto con una spolverata di pecorino grattugiato e guarnito con i gamberetti messi da parte

BUON APPETITO

RAZZE FELINE : IL GATTO EUROPEO

Il gatto europeo è il gatto più diffuso ovunque sia in Europa che in America…. il gatto per eccellenza  , un micio comune che ha poche pretese estetiche ma ha tante qualità che lo rendono tra i più amati in Italia.

 

Un gatto che in realtà è molto speciale ….Infatti è un discendente diretto dei gatti egizi proprio quelli che nella storia furono venerati nell’antichità dai Faraoni….. una divinità arrivata sino ai nostri tempi.

Possiamo provare a raccontare un pochino la sua storia ……secondo alcune ricostruzioni teoriche il gatto europeo arrivo in Egitto dall’Africa settentrionale .Da qui con le navi mercantili raggiunse le coste europee; furono soprattutto i mercanti Fenici che ne catturarono grandi quantità per esportarli clandestinamente sulle coste europee ….il gatto infatti In quell’epoca era considerato proprietà del faraone ma si trattava di un animale completamente sconosciuto in Europa ma subito apprezzato per la sua utilità ed abilità di cacciare ed eliminare  i topi .

Risultati immagini per gatto europeo

In quei tempi infatti i roditori rappresentavano  un grosso problema per quanto riguardava la distruzione degli alimenti dell’uomo e la diffusione di malattie e  per questo motivo si usavano gatti anche a bordo delle navi militari. Il gatto europeo si contraddistinse subito per la sua straordinaria capacità di adattamento  , la buona resa riproduttiva e la abbastanza lunga età fertile .

Tutte queste caratteristiche consentirono un’ottima diffusione di quello che fu considerato un ex gatto Egizio su tutto il continente .I Romani nel nel corso della loro espansione lo diffusero praticamente in tutto il continente europeo fino all’attuale Inghilterra

L’Europeo può essere considerato l’antenato di tutti i gatti perché le razze cosiddette pure possono vantare tra i loro geni quello del felino nordafricano. Oggigiorno, però, non possiamo più considerare l’Europeo un micio “qualunque” perché da poco è stato riconosciuto come gatto di razza ed è stato fissato il suo standard: ora può partecipare alle esposizioni e diventare un campione.

Come si può riconoscere e distinguere il gatto Europeo da un comune gatto di casa?

Immagine correlata

Bisogna solo essere capaci di guardare il proprio gatto con spirito critico e porre l’attenzione sulla morfologia e le caratteristiche del suo pelo (lunghezza e colore). L’Europeo non deve apparire troppo longilineo o tozzo, ma essere robusto e di taglia media. La testa deve essere rotonda e non triangolare, con occhi non troppo obliqui e colorati in armonia con il colore del mantello. Il pelo deve essere corto e la sua colorazione deve rispettare i canoni prefissati dallo standard. Tutto questo per affermare che guardando l’Europeo non ci deve venire in mente alcuna somiglianza con le altre razze riconosciute!

Il gatto europeo è perciò una razza selezionata direttamente dal gatto comune domestico, o  gatto soriano , ovvero dalla stragrande maggioranza dei gatti in circolazione in Italia  e in Europa.

Risultati immagini per gatto europeo

CARATTERE

L’Europeo e` il gatto domestico per eccellenza: docile e affettuoso, ama la compagnia dell’uomo, al quale si dona senza esitazioni. Le femmine in genere si affezionano a tutta la famiglia e sono piu` casalinghe dei maschi. Il suo carattere e` quello del vero felino: furbo, curioso e coraggioso; inoltre ha ottime qualita` di cacciatore. E` veramente intelligente, molto attivo e vivace. Ama l’indipenDenza e la liberta` anche se mai abbandonerebbe padrone e casa. Per conoscerlo bene e apprezzarne appieno la singolarita` bisogna osservarlo e imparare a rispettare le sue abitudini e preferenze.

CURA

Avendo il pelo corto non richiede cure particolari: e` sufficiente spazzolarlo 1 o 2 volte alla settimana, con piu` frequenza durante il periodo della muta. Si puo` fargli il bagno, basta abituarlo fin da cucciolo; nel caso, utilizzare shampoo speciali per gatti a pelo corto e avere cura di asciugarlo sempre perfettamente.

Immagine correlata

COLORAZIONI

Sono ammessi tutti i colori naturali (nero, rosso, bianco, blu e crema, con o senza tigrature o macchie bianche). La colorazione più tipica è il Tabby.
Il colore degli occhi corrisponde al mantello e può variare dal giallo al verde o all’arancione. Gli occhi possono essere blu o impari solo con mantello bianco.
Non sono ammessi il cioccolato, il lilla e il tipo Siamese.

Standard

Categoria: Pelo Corto.
Corporatura: media o grande; corpo muscoloso, con petto ampio e sviluppato.
Testa: relativamente grande, tondeggiante ma non quanto quella del British Shorthair; mascelle ben sviluppate.
Orecchie: medie, di lunghezza pari alla larghezza basale, dritte e piuttosto distanziate.
Occhi: rotondi, di vari colori in base al tipo di mantello.
Arti: robusti, di media lunghezza, con zampe tondeggianti.
Coda: abbastanza grossa alla base con estremità arrotondata.
Mantello: pelo folto, corto, morbido e lucido, appiattito.
Difetti: pelo dritto.

STANDARD

Corpo: dimensioni medio-grandi, struttura semicobby, muscoloso e forte.
Zampe: forti e solide, di lunghezza media.
Piedi: rotondi e fermi.
Coda: di media lunghezza, forte alla base con l’estremità leggermente arrotondata.
Testa: a forma di un cuneo modificato con guance ben sviluppate.
Orecchie: di media grandezza, leggermente arrotondate all’estremità.
Occhi: grandi, ben distanziati e aperti, piazzati leggermente in obliquo.
Il colore dev’essere in armonia con il mantello e possono essere blu, arancio o impari nell’Europeo bianco, arancio o verdi nelle altre varietà.
Sono tollerati anche gialli, purché in armonia con il mantello.
Naso: diritto e di media lunghezza, sempre con la stessa larghezza.

SELEZIONE E COLORI

L’allevamento selettivo della razza ha inizio alla fine degli anni ’60, ad opera di alcuni allevatori del Nord Europa.
Essi hanno scelto i riproduttori, non senza difficoltà, fra un gruppo di gatti liberi, dando la preferenza ai soggetti che meglio li rappresentavano per dimensioni e struttura corporea.
L’allevamento selettivo ha permesso poi di fissare queste caratteristiche.
Oggi l’Europeo è un gatto grosso e potente, inquadrabile nelle tipologia dei semicobby, ben diverso dal gatto, esile e longilineo, tipico delle regioni del Sud Europa.
Tutti i colori sono accettati, ad esclusione dei gatti a motivo siamese, dei chocolate, dei lilac, dei cinnamon, dei fawn e dei bicolori tabby. I bicolori sono riconosciuti solo con le macchie tinta unita.

ALLEVAMENTI IN ITALIA

Gabriella Mazzola - Allevamento europeoGabriella Mazzola
Lombardia, provincia di Pavia, comune di Valle Lomellina.

Vendita Gatti di Razza e Gatti Meticci a Pavia

Indirizzo: via Stazione, 26 – Tel: 0384797745 – [Web] – [E-Mail]

MARMELLATA DI ARANCE BIMBY

Se avete molte arance che girano per casa ed iniziano a deperire , questa è una buona soluzione per non doverle buttare…

Ingredienti: 1 kg di arance, 500 gr di zucchero , 1 mela

Iniziamo pulendo bene le arance togliendo la buccia e tagliandole a pezzettoni , quindi versiamole nel boccale assieme allo zucchero  ed alla mela anche’essa pelata e tagliata a pezzi.Facciamo andare 40 min. 100° vel 2.

Passato il tempo prendete il vassoio del varoma e posizionatelo sopra il coperchio senza il tappo e fate andare ancora ( questo passaggio serve per addensare la marmellata) 40 min varoma vel 2.

Marmellata pronta.Durante gli ultimi 10 minuti tenete controllata la consistenza della vostra marmellata perchè dipende molto anche dalle arance potrebbero infatti bastare 30 minuti.

BUON APPETITO

BAVARESE DI PISTACCHI

Con la Pasqua che si avvicina questa è davvero una bella ricettina.

Ingredienti: 250 ml di latte  , 250 ml di panna fresca  , 5 tuorli  , 180 g di zucchero ,  80 g di pistacchi  , 6 fogli di gelatina per un totale di 12 g ,  la scorza di un limone.

Portare a bollore 500 ml di acqua in un pentolino , tuffate tutti i pistacchi 30 secondi e scolateli . Metteteli su di un telo e privateli della pellicina sfregandoli con un telo. Stendeteli su un altro telo ad asciugare .

Raccoglieteli in un robot da cucina e frullateli fino a  tritarli finemente. Fate ammorbidire i fogli di gelatina in una ciotola con dell’acqua fredda . Lavate il limone sotto l’acqua corrente sfregandolo bene  , asciugatelo e prelevate con un coltellino la buccia solo la parte gialla.

Versate il latte In una casseruola unendo la buccia del limone,  portate quasi a bollore a fuoco dolce ( mi raccomando non deve bollire). Nel frattempo raccogliete i tuorli in una ciotola , aggiungete lo zucchero e sbatteteli  con una frusta elettrica fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso.

Togliete dal fuoco il latte ed eliminate la scorza del limone incorporate alle uova la pasta di pistacchi , poca alla volta  , e amalgamate bene per ottenere un composto omogeneo .Aggiungete alle uova appena sbattute poco alla volta il latte caldo sempre continuando a mescolare ,  trasferite la preparazioneiIn una casseruola e rimettete a fuoco dolce e portate quasi a bollore ( anche in questo caso fate molta attenzione perchè non deve bollire). Togliete dal fuoco ed aggiungete i fogli di gelatina ben strizzati.

Aspettate che il composto si raffreddi un pochino , quindi montate la panna ( anche in questo caso non dovete montarla del tutto ma lasciarla appena un pochino indietro) ed amalgamate anche la panna al resto del composto che trasferirete in uno stampo in silicone e metterete in frigo a solidificare per almeno tre ore.

Passato il tempo necessario potrete sformare la vostra bavarese e portarla in tavola.

BUON APPETITO

GRATIN DI CIPOLLA E PATATE

 

Questo contorno è molto semplice da realizzare e si abbina ad innumerevoli piatti….idea per Pasqua visto che il clima è ancora freddino….


Ingredienti per 4 persone: 1 kg di patate , 4 cipolle , 500 ml di latte , 100 gr di burro , sale e pepe.

Lavate le patate, sbucciatele e tagliatele a fettine molto sottili.
Pulite le cipolle e tagliatele ad anelli, anch’essi sottili.
Disponetele le patate e le cipolle a strati alterni in una pirofila ben imburrata, salando e pepando ogni strato e cospargendolo con fiocchetti di burro.
Comprimete il tortino con le mani e ricopritelo di latte.
Cuocete in forno già caldo a 180 gradi fino a che il latte non si asciughi e non si crei la superficie gratinata.
Vi consiglio di cuocere coprendo la vostra teglia con carta d’alluminio per la prima mezz’ora  e poi continuare a contenitore scoperto.
Per ottenere la gratinatura, ovvero la crosticina croccante sulla superficie,  disporre la teglia nel piano superiore.
  BUON APPETITO