Archivio mensile:aprile 2018

PESTO DI RUCOLA ED OLIVE CUKO IMETEC

Normalmente facciamo il pesto solo con la rucola, ma ho voluto sperimentare l’aggiunta delle olive e vi dirò che sulla pasta e sulle tartine a me è piaciuto…..

Ingredienti per 6 persone: 50 g parmigiano tagliato a cubetti ,150 g rucola ,100 g olio di oliva extravergine, 40 gr di n oci, 15 olive verdi denocciolate

Inserire nella boccia il parmigiano e le noci e lavorare ad impulsi fino ad ottenere un impasto ben trito adoperando la lama.

Aggiungere la rucola e  le olive tagliate a pezzi e proseguire la lavorazione, intervenendo con la spatola di tanto in tanto per aiutare la lavorazione 20 sec vel 9.

Aggiungere l’olio ed emulsionare, aumentandone la quantità se si desidera una consistenza più fluida 30 sec vel 7.

Proseguire ad impulsi se si desidera un risultato più fine.

Pesto pronto….ottimo come condimento per la pasta si adatta bene anche per fare degli ottimi tramezzini….

BUON APPETITO

 

L’ORTAGGIO DEL MESE: IL RAVANELLO

Il ravanello un piccolo ortaggio che cresce sotto terra rosso all’esterno bianco all’interno con un sapore pungente e dalle numerose proprietà….. di esso possiamo consumare sia le radici che le foglie e vi assicuro che il pesto fatto con le foglie di ravanello è qualcosa di eccezionale .Ma scopriamo insieme questo bellissimo ortaggio……

Risultati immagini per ravanelle

Ortaggio ipocalorico  ideale da consumare mentre si sta seguendo un regime dietetico, apporta pochissime calorie circa 16 per 100 g  , ricco di acqua( che ne rappresenta più del 90%  ) possiede un basso indice glicemico  ,discreta la quantità di fibre utili per favorire il senso di sazietà.

Tra i minerali presenti il più abbondante risulta essere il potassio …. nelle vitamine invece la più presente è la vitamina C insieme ai folati che sono delle pro vitamine , e alle vitamine del gruppo B in particolare B1 B2 B3 B5 e B6.  Abbondanti anche le fibre antiossidanti quali la luteina e zeaxantina

. Le proprietà del Ravanello sono perlopiù depurative ,  diuretiche è in grado di conciliare il sonno .Inoltre sono capaci di indurre il rilassamento dei muscoli agendo sul sistema nervoso.

La presenza di vitamina C aiuta a stimolare le difese immunitarie e a proteggere la gola dalle infezioni ed è anche un valido aiuto contro la  tosse .Aiuta Inoltre a combattere la congestione nasale e la febbre.

Per quanto riguarda le fibre risulta molto utile per favorire il transito intestinale e combattere la stitichezza riducendo anche il gonfiore e il dolore addominale. Le proprietà diuretiche di questo ortaggio favoriscono la corretta depurazione dell’organismo in particolare del fegato dei reni del pancreas e della vescica.

Come detto poc’anzi contengono due sostanze la luteina e la zeaxantina che sono due carotenoidi che svolgono un’azione antiossidante e che generalmente si trovano all’interno della retina dell’occhio e lo proteggono dalle radiazioni solari.

Nonostante le proprietà benefiche dei Ravanelli questi ultimi hanno anche degli effetti collaterali e delle controindicazioni alle quali bisogna porre attenzione…. bisogna infatti consumarne in modo limitato in quanto si può correre il rischio di irritare le pareti gastriche e intestinali: Nel primo caso possiamo andare incontro ad una gastrite mentre nel secondo caso si ottiene l’effetto contrario rispetto alle fibre :il consumo eccessivo di ravanelli infatti può portare a flatulenza e meteorismo . Il consumo è sconsigliato in caso di colite ,  colon irritabile , reflusso gastroesofageo e calcoli renali.

Perciò se soffrite di queste patologie consumate i ravanelli con molta moderazione.

Perciò possiamo riassumere le proprietà dei Ravanelli dicendo

1)  CONTRASTANO LA RITENZIONE IDRICA

Sono utili per la cellulite grazie al contenuto di potassio e all’elevata quantità di acqua il consumo di ravanelli è in grado di stimolare la diuresi evitando così l’accumulo di liquidi e quindi sono utili anche per chi soffre di cellulite.

2) ABASSANO LA PRESSIONE ARTERIOSA

Il potassio contenuto nei ravanelli è utile per contrastare la pressione alta in quanto favorendo l’eliminazione dei liquidi in eccesso diminuisce allo stesso tempo la ritenzione idrica è la probabilità che si formi la cellulite.

3) POSSEGGGONO PROPRIETA’ DISINTOSSICANTI

Grazie alle fibre e alla grande quantità di acqua e alla presenza di zolfo il consumo di ravanelli aiuta a eliminare scorie e sostanze estranee dannose per l’organismo depurando soprattutto fegato e reni.

4) FAVORISCONO LA PERDITA DI PESO

Poiché contengono poche calorie che unite alla presenza di fibre e al basso indice glicemico rendono questi ortaggi utili nell’ambito di un regime dietetico ipocalorico.

5) PROPRIETA’ CALMANTI

I ravanelli Infatti calmano la tosse e rilassano il sistema nervoso. Nel caso di tosse è utile assumere un cucchiaio di succo puro di ravanello in cui tutti gli elementi nutritivi sono concentrati.

6)ANTIBATTERICA

Il ravanello ha funzione antibatterica .Alcune sostanze presenti nelle radici e nelle foglie sono in grado di bloccare la diffusione batterica… possiamo quindi affermare che presenta un’azione antisettica …consumatelo se avete il  raffreddore o l’influenza vi aiuterà a guarire

7)CONTRASTA L’AZIONE DEI RADICALI LIBERI

Grazie al contenuto di antiossidanti quali la vitamina C il betacarotene la luteina e la zeaxantina  ,i ravanelli vi proteggono dai danni ossidativi provocati dai radicali liberi aiutando a contrastare l’invecchiamento delle cellule.

8) HANNO PROPRIETA’ ANTI ELMINTI

I ravanelli infatti contrastano la formazione dei parassiti a livello intestinale …. essi una volta erano utilizzati per eliminare vari tipi di vermi presenti nell’intestino.

9) UTILI CONTRO IL PRURITO

I ravanelli sono in grado di lenire il prurito provocato dalla puntura degli insetti Per fare ciò bisogna usare il succo puro di ravanello ed applicarlo sulla parte interessata oppure mettere direttamente sopra la parte punta una fettina di ravanello.

Se non abbiamo la possibilità di coltivare i ravanelli e li dobbiamo comprare è preferibile sceglierli sodi e piccoli in quanto quelli grandi risulterebbero troppo legnosi e quindi duri da masticare. Fare attenzione anche al colore che deve essere deciso e non sbiadito , le foglie devono essere fresche e non ingiallite… li potete conservare in frigo anche per una settimana .L’importante è lavarli ed asciugarli bene e conservarli in un sacchetto di carta per alimenti.

Ottimi crudi a fettine nelle insalate le foglie si possono consumare in pinzimonio prima del pasto principale oppure ottimo ma veramente ottimo il pesto con foglie di ravanello di cui vi ho già postato ricetta l’anno scorso

Chi possiede l’estrattore può farne anche dei succhi cominciando con una piccola quantità in modo da conoscere il gusto e sperimentare nuove ricette. Si abbina bene a carote , mele  ,zenzero , foglie di cavoli , limoni o pere.

 

ORZOTTO AI PORRI CON PATATE E ZAFFERANO

Cosa c’è di più buono di un piatto di orzotto a cena?

Ingredienti per 2 persone :180 gr di orzo in chicchi, 750 ml di brodo di verdure, 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva, 1 patata media (160 gr),
1 pezzetto di porro (30 gr), 1 pezzetto di gambo di sedano (15 gr),
½ bustina di zafferano, Sale e pepe

Sbucciate la patata e tagliatela a cubetti. Lavate il sedano e il porro, affettate la parte necessaria per entrambi gli ingredienti e tritatela.

 Versate in una padella capiente, dai bordi alti, due cucchiai di olio extravergine d’oliva. Riscaldare l’olio a fiamma media e unite la patata tagliata a cubetti. Lasciate soffriggere per due minuti e aggiungete il porro e il sedano tritati.

Quindi versate in padella l’orzo e tostatelo come se si trattasse di preparare un vero e proprio risotto. A parte portate ad ebollizione in una pentola con del brodo di verdure preparato secondo le vostre abitudini (ad esempio con carote, sedano e cipolla).

A questo punto versate  due mestoli di brodo di verdure in padella con gli altri ingredienti insieme a mezza bustina di zafferano , un pizzico di sale e uno di pepe. Mescolate di tanto in tanto con un cucchiaio di legno e aggiungete altro brodo quando serve, proprio come nel caso del risotto, tenendo sempre mescolato affinche non attacchi.

Per questa ricetta è stato utilizzato orzo perlato con una cottura di circa 20 minuti.

La cottura è completata quando i chicchi d’orzo sono morbidi e quando i cubetti di patate sono teneri ma non si disfano toccandoli con la forchetta. Condite l’orzotto con un filo d’olio extravergine, mescolate,lasciate riposare con il coperchio per un paio di minuti prima di servire e guarnite i piatti con foglioline di sedano o di prezzemolo.

BUON APPETITO

CARBONARA DI CARCIOFI

E chi lo dice che la carbonara si fa solo con la pancetta?

Ingredienti per 4 persone:350 gr di linguine, 400 gr di cuori di carciofo, 80 gr di pancetta, 1 spicchio d’aglio, 200 mlo di brodo, 3 uova, 30 gr di pecorino, sale, pepe, olio evo, prezzemolo.

Tagliate a spicchi i cuori di carciofo.

Scaldate l’olio in un’ampia padella, aggiungete la pancetta e l’aglio e fate rosolare per qualche minuto.

Unite i carciofi, poi il brodo caldo. Salate e cuocete per 15 minuti circa.

In una terrina mescolate le uova con sale, pepe e pecorino: sbattete gli ingredienti fino a quando avrete un composto cremoso e ben amalgamato.

Cuocete la pasta in abbondante acqua bollente salata.
Scolate al dente, versate nella padella con i carciofi, aggiungete il composto di uova.

Mescolate per amalgamare il tutto.

Quindi servite la carbonara di carciofi aggiungendo sui piatti del prezzemolo tritato.

BUON APPETITO

LE UOVA

Non c’è nulla in natura di più completo di un uovo : essoiInfatti possiede un alto valore nutritivo , il suo utilizzo in cucina è molto ampio e  ,se non si hanno particolari controindicazioni , sono benefiche per l’organismo.

L’uovo occupa il primo posto nella scala della  graduatoria degli alimenti ad alto valore biologico …. fornisce infatti circa 7 grammi di proteine e possiede tutti gli aminoacidi essenziali che l’organismo non può produrre da solo e cosa più importante sono tutti utilizzabili dal nostro corpo.

Scopriamo insieme le proprietà nutritive dell’uovo…..

L’uovo ha un ottimo contenuto di vitamine in particolare la vitamina A e la vitamina E le quali svolgono un’azione antiossidante. Possiede anche una certa quantità di vitamina B1 che è necessaria alla trasmissione degli impulsi nervosi.

Troviamo poi la vitamina D che consente al calcio di fissarsi nelle ossa.

Ricco di sali minerali tra cui il fosforo  ,necessario per la formazione delle ossa  ,ha invece una discreta quantità di ferro ma in una forma facilmente assimilabile.

Troviamo poi dello zinco , un minerale importante per il buon funzionamento del sistema immunitario.

Per quanto riguarda i grassi costituiscono circa il 10% del contenuto dell’uovo : di questi il 70% sono lecitine importanti per mantenere l’elasticità delle arterie.

Il guscio dell’uovo è costituito per il 90% da carbonato di calcio che una volta polverizzato può essere assunto come rimineralizzante . Per fare ciò si utilizza il guscio di un uovo cotto sodo oppure alla coque.

L’uovo è un alimento altamente digeribile in quanto le sue proprietà vengono utilizzate dall’organismo in una percentuale pari al 95% molto alta rispetto alla assimilazione delle proprietà di altri alimenti. Il modo migliore di mangiare l’uovo  , per sfruttare tutte queste proprietà ,  è quello di consumarlo alla coque.

Se avete la possibilità di acquistare uova fresche di giornata ne potete consumare anche il tuorlo a crudo; l’albume invece deve essere sempre cotto per essere mangiato ….contiene infatti una sostanza , la velina , che se assunta a crudo non viene completamente utilizzata da parte dell’organismo.

Quando parliamo di uova la prima cosa che ci viene in mente è il colesterolo….. l’uovo ne fornisce attorno ai 270 mg. Ciò significa che possiamo mangiare non più di due o tre uova alla settimana per ovviare a questo piccolo inconveniente tenendo conto che il colesterolo si può trovare anche in preparati come biscotti maionese e budini.

È convinzione popolare che l’uovo faccia male al fegato…. questo pensiero è dovuto al fatto che l’uovo stimola la produzione di colecistochinina una sostanza che fa contrarre la vescichetta biliare se all’interno di questa vescichetta sono presenti calcoli. La contrazione della vescichetta provoca dolori.

L’uovo non è perciò responsabile di per sè di questo disturbo ma possiamo piuttosto dire che è un segnale che ci avverte della presenza di questo problema.

In commercio le uova sono classificate con la denominazione di extra o extra fresche …… le uova fresche devono recare la data di deposizione ed essere messe in commercio entro 9 giorni , le uova extra fresche vengono confezionate lo stesso giorno di deposizione . In ogni caso dovete fare attenzione e consumare le uova fino a 28 giorni dopo la deposizione tutto ciò se le avete correttamente conservate in frigo.

Un nuovo assunto a pasto fornisce in media 12,4 grammi di proteine , 0,5 grammi di carboidrati e 8,7 grammi di grassi.

Come potete vedere l’uovo è un alimento che fa molto bene al nostro corpo se assunto con moderazione , senza contare che è anche un alimento economico e di facile reperibilità ….come tutte le cose vige la regola del non abusarne nel consumo.

Un ultimo consiglio non meno importante se ne avete la possibilità cercate di comperare sempre uova fresche dal contadino a km 0 vicino a casa vostra sarete così sicuri di avere un ottimo prodotto al 100%.

Se poi vi capita di imbattervi  in qualcuno che ha la possibilità di darvi  anche le uova di anatra , queste sono un pochino più digeribili di quelle di gallina…. io personalmente ne faccio uso regolare anzi vi dirò di più a casa nostra si mangiano uova di gallina  ,anatra , oca  ,faraona e quaglia……

SALSA AI FAGIOLI CUKO IMETEC

Vi propongo un condimento per la pasta o anche per i tortellini  , da realizzare  con il nostro cuko , che è davvero niente male….

Ingredienti: 4 cucchiaio di olio evo, 1/2 cipolla , uno spicchio d’aglio, 170 gr di fagioli ( io ho usato i miei dal congelatore) già lessati, 100 gr di pancetta, 200 gr di salsa , sale, pepe, origano q.b.

Usando la lama inseriamo nel boccale  la cipolla e l’aglio:2 colpi di turbo.Togliamo la lama ed inseriamo la pala mescolatrice, aggiungiamo l’olio 3 min. 80° vel.3

Aggiungiamo i fagioli e la pancetta 3 min. 80° vel 3.

Ora aggiungiamo anche la salsa, aggiustiamo di sale e pepe, mettiamo anche un po di origano e cuociamo 15 min. 80° vel 3.

La nostra salsa è pronta

BUON APPETITO

DOLCETTI PER LA PRIMA COLAZIONE CUKO CON CREMA ALL’ARANCIA

Un pezzo tira l’altro….

Ingredineti :400 grammi di farina ,200 grammi di zucchero ,1 bustina di lievito ,succo di un limone ,100 grammi di olio ,2 uova ,200 ml di latte

Tutto nel boccale ed iniziare a frullare vel. 4 ad intervalli di 10 sec.

poi proseguire ad impulsi con intervalli di 5 sec fino ad ottenere un impasto omogeneo

Imburrate ed infarinate uno stampo quadrato e versate il composto…cuocete in forno a 180° per circa 30 minuti.Fate sempre la prova con la lama di un coltello, che deve uscire asciutta, prima di sfornare

Per la crema: 300 g latte intero,  un quarto di fialetta aroma arancia, 200 g panna fresca, 150 g zucchero, 120 g tuorli (circa 6) ,30 g farina 00

Inserire il latte, la panna, lo zucchero, i tuorli e la farina nella boccia con il tappo dosatore 11 min 90° 4.

Prima di procedere con la crema aspettare che la torta si sia ben raffreddata …quindi tagliarla in due parti e farcirla.Ricomporla e metterla in frigorifero affinche il tutto si compatti per bene.

Ora non ci resta che ricavare dalla nostra torta tanti quadratini che metteremo su di un piatto e spolverizziamo con dello zucchero al velo.

I nostri dolcetti sono pronti!

BUON APPETITO