Archivi categoria: frutta

LA PECTINA

Quando parliamo di pectina ciò a cui pensiamo è l’addensante naturale che usiamo quando prepariamo marmellate,  gelatine e confetture.

La pectina è un prodotto naturale presente nella parete cellulare dei tessuti vegetali utilizzata principalmente proprio per le sue proprietà gelatinizzanti ,  addensanti e stabilizzanti …..questo sia nell’industria alimentare che cosmetica e anche farmaceutica. La pectina è un carboidrato indigeribile un polisaccaride di struttura ed è a tutti gli effetti una fibra solubile. Noi assumiamo la pectina mangiando frutta e verdura…è  infatti presente soprattutto nelle mele,  nelle prugne,  negli agrumi , nelle mele cotogne e nel uva spina.

Non molti sanno però che la pectina è dotata anche di interessanti virtù dietetiche ….vediamo insieme a che cosa può servire oltre che ad Addensare le nostre marmellate.

Pectina per la salute dell’intestino :  le proprietà gelificanti ed emollienti della pectina sono molto utili per regolarizzare le funzioni intestinali. Se soffriamo di diarrea proprio come quando abbiamo una marmellata troppo liquida assumere pectina aumenta la consistenza delle feci ; al contrario in presenza di stitichezza la pectina può favorire il transito intestinale purché accompagnata ad una giusta quantità d’acqua conferendo maggiore morbidezza alla massa fecale e distendendo le pareti coliche.

Pectina e colesterolo: la metabolizzazione intestinale della pectina da parte della flora batterica residente oltre a favorire la proliferazione dei germi benefici ed ostacolare indirettamente quella dei patogeni , origina acidi grassi a corta catena che nutrono la mucosa intestinale e possono diminuire ulteriormente i valori di colesterolo LDL nel sangue oltre a prevenire il cancro al colon.

Pectina e diabete : la riduzione del rischio cardiovascolare attribuita ad una dieta ricca in pectina è legata anche alla sua capacità di intrappolare gli zuccheri a livello intestinale rallentandone l ‘assorbimento .Questo si riversa con una stabilità dei livelli glicemici che è importantissima nella prevenzione del diabete di tipo 2 e dell’ ipertrigliceridemia.

Le dosi di pectina che noi dobbiamo assumere per poter usufruire  delle proprietà benefiche di cui vi ho parlato sopra si aggirano intorno ai 15 grammi al giorno…… potremo per esempio mangiare una mela e due arance, così facendo potremmo ingerire in maniera naturale e salutare il quantitativo giornaliero senza ricorrere a integratori artificiali.

La pectina, infatti,  è contenuta anche negli agrumi ….in questo caso è presente soprattutto nella parte bianca che troviamo sotto la buccia,  detta albedo,  per cui è preferibile ingerire il frutto intero anziché la spremuta. Ecco perché tutti i nutrizionisti danno una notevole preferenza al frutto consumato intero rispetto alle spremute ed ai succhi di frutta che sono oltretutto particolarmente ricchi di zuccheri e poveri di fibra .

La pectina può essere realizzata facilmente anche da soli. Si può Infatti preparare anche in casa a partire dagli scarti lavati delle bucce di frutta …..queste ultime vanno poi frullate aggiungendo acqua e cuocendo a bagnomaria per circa due ore ;  una volta ottenuto un composto simile alla marmellata lo si filtra con un colino. Infine si versa il composto in un contenitore che utilizziamo di solito per i cubetti di ghiaccio e la si conserva in freezer utilizzandolo all’occorrenza aggiungendo la durante la preparazione di marmellate di frutta  e confetture. Ovviamente vi consiglio sempre di usare bucce di prodotti che comprate a km 0 dei quali vi accetterete anche che non siano stati trattati con pesticidi.

 

 

IL FRUTTO DEL MESE : L’ANANAS

Un po di tempo fa abbiamo visto come pelare e tagliare un ananas…..vediamo ora insieme di sapere qualche cosa in più su questo frutto

Risultati immagini per ananas

Le proprietà dell’ananas sono tante…..tutti conosciamo  i suoi benefici contro la cellulite, ritenzione idrica e i suoi effetti digestivi. L’ananas è un frutto dal sapore dolce , poco calorico(100 gr di ananas apportano circa 42 calorie), risulta quindi adatto alle diete ipocaloriche.

L’ananas è  ricco di acqua ;contiene anche una discreta quantità  di carboidrati sotto forma di zuccheri e in particolare di glucosio, fruttosio e saccarosio, povera di fibre.

Contiene inoltre altri micronutrienti fondamentali: è una discreta fonte di vitamina C (il consumo di 100 gr di ananas apporta circa il 20% della quantità di vitamina c raccomandata giornalmente), di potassio e di magnesio. La sostanza importante però,  che l’ananas contiene e che è molto aprezzata in campo medico,  è la bromelina , un insieme di enzimi dalle potenti proprietà digestive.

Ecco di seguito elencate le proprietà che sono contenute nell’ananas

Magnesio: l’ananas è ricca di questo minerale dalle molteplici proprietà e fondamentale per il benessere del sistema nervoso, per la costruzione dello scheletro e per il metabolismo dei grassi

Vitamina C: con la sua funzione antiossidante, è fondamentale per il nostro sistema immunitario, inoltre è coinvolta nella sintesi del collagene ed è importante per l’assimilazione del ferro da parte dei globuli rossi

Potassio: minerale implicato in diversi processi fisiologici come la contrazione muscolare, il mantenimento di un corretto equilibrio idro-salino e la regolazione della pressione arteriosa.

Ananas: benefici per la salute.

I componenti presenti, in particolare la bromelina, conferiscono all’ananas numerose proprietà terapeutiche. Questa sostanza trova applicazione in campo alimentare, in campo medico e in ambito cosmetico. In campo alimentare conosciamo le innumerevoli usi che si possono fare con questo frutto: dai dolci , ai gelati, agli abbinamenti con la carne e persino la pizza!!

In ambito cosmetico l’ananas viene utilizzata da diversi anni per ammorbidire la pelle e per la produzione di alcuni detergenti.

In ambito medico e farmaceutico, numerosissime sono le proprietà dell’ananas, la maggior parte delle quali sono attribuite proprio alla presenza di bromelina.

Vediamo ora insieme dove il frutto dell’ananas può esserci utile

1) Patologie tumorali .Nonostante il meccanismo d’azione della bromelina sulla patologia tumorale non sia ancora del tutto chiara, da alcuni studi sembra che questa sostanza agisca a livello sistemico e possa modificare alcuni meccanismi alla base delle patologia. Fu utilizzata per la prima volta con risultati positivi nel trattamento delle patologie tumorali nel 1972, sia da sola, sia in combinazione con trattamenti chemioterapici.

✓2)Sostiene il sistema immunitario Le proteasi presenti nella bromelina sono in grado di modulare il sistema immunitario in diversi modi e questa capacità permette alla bromelina di indurre anche un effetto anti-infiammatorio, come valutato in differenti studi clinici.

3) Ananas contro cellulite e ritenzione idrica .L’ananas offre benefici in caso di cellulite e ritenzione idrica. In ambito erboristico, si possono trovare diversi prodotti a base di gambo d’ananas che, oltre a contenere bromelina, differentemente dal frutto, risulta ricco di fibre. Questi prodotti sono utili per favorire sia la digestione, sia il drenaggio dei liquidi in caso di cellulite. In particolare, anche in questo caso, i benefici dell’ananas sono conferiti dalla presenza di bromelina che possiede proprietà anti-infiammatorie e risulta in grado di prevenire la formazione di edemi e diminuire quelli già esistenti.

4) Proprietà antinfiammatorie .L’ananas gode di buone proprietà antinfiammatorie. In particolare esercita il suo effetto anti-infiammatorio inibendo la produzione di bradichinina, una sostanza normalmente prodotta a seguito di processi infiammatori, molto spesso causati da traumi fisici.  Grazie alla sua capacità anti-infiammatoria, l’ananas può anche essere suggerita in caso di artrite reumatoide, sindrome dell’intestino irritabile e prostatite

5)Trattamento dell’asma. Le proprietà anti-infiammatorie dell’ananas, la rendono efficace anche nel trattamento dell’asma, una patologia infiammatoria cronica.

6)Trattamento delle ferite e delle ustioni La bromelina viene spesso utilizzata a livello topico per migliorare le guarigione delle ferite da arma da fuoco o dovute a bruciature e ustioni.

7)Proprietà digestive dell’ananas L’ananas è ricca di enzimi digestivi e in particolare di proteasi, utili per la digestione delle proteine. Questi enzimi, a differenza delle proteasi pancreatiche, agiscono a un range di pH molto ampio e sono quindi attive sia nello stomaco, sia nell’intestino. Possono essere, quindi, utilizzati in caso di deficienze enzimatiche per facilitare la digestione.

ANANAS COME SCEGLIERLA ALL’ACQUISTO

Le cose principali da considerare  quando andiamo a comperare un anans sono: l’odore e il colore della buccia. Per quanto riguarda l’odore, deve essere dolce e intenso; per quanto riguarda il colore vi consigliamo di scegliere un frutto dalla buccia giallo-arancione. Frutti con una buccia verde risulteranno essere troppo acerbi e quelli con una buccia marrone troppo maturi

ANANAS CONTROINDICAZIONI

Vediamo ora le controindicazioni dell’ananas. Coloro che soffrono di ulcera peptica dovrebbero limitare o evitare il consumo di questo frutto. Inoltre, anche coloro che utilizzano farmaci devono avere un’attenzione in più poiché l’ananas interagisce con diversi farmaci come alcuni chemioterapici. Anche  le donne in gravidanza o in allattamento devono prestare attenzione al consumo di ananas: consultare sempre il proprio medico di fiducia prima di utilizzare prodotti a base di bromelina.

 

COME PULIRE E TAGLIARE UN ANANAS

Se non avete a disposizione l’apposito attrezzo per tagliare l’ananas  o volete imparare a farlo a mano seguite questi semplici passi e vedrete che otterrete senza fatica un capolavoro!!

 

  1. TAGLIARE LA PARTE SUPERIORE

Tagliate con un coltello affilato la parte superiore dell’ananas che può può essere al gusto piuttosto legnosa e fibrosa. Siate generosi con il taglio, senza paura di sprecare polpa preziosa.

Risultati immagini per tagliare ananas

2) TAGLIARE LA PARTE INFERIORE

In egual maniera tagliate la parte inferiore del frutto

Risultati immagini per tagliare ananas

3) TAGLIARE LA BUCCIA ESTERNA

Posizionate l’ananas in piedi e tagliate la buccia esterna, passando il coltello dall’alto verso il basso  ed impugnando bene il frutto. Togliete tanta buccia quanto basta, in modo che rimanga solo la polpa.

Togliere parte esteriore

4) INDIVIDUARE LE LINEE DEGLI ” OCCHI”

Incidere linee diagonali

Una volta che avete rimosso la buccia esterna , dovreste essere in grado di identificare una serie di linee diagonali parallele che collegano tutti gli “occhi” del frutto, ossia quei puntini marroni che vi restano dopo che avete tolto la buccia. Incidete lungo queste linee con un’incisione quasi ” diagonale” in modo che il taglio del coltello si vada a posizionare sotto questo piccoli “occhi”. Non tagliare troppo in profondità e non cercate di tagliarne troppe alla volta.

Adesso tagliate lungo la diagonale opposta, eliminando “gli occhi” in una singola fetta.

Linee diagonali

Ananas pronto!!