Archivi tag: addensanti naturali

LA PECTINA

Quando parliamo di pectina ciò a cui pensiamo è l’addensante naturale che usiamo quando prepariamo marmellate,  gelatine e confetture.

La pectina è un prodotto naturale presente nella parete cellulare dei tessuti vegetali utilizzata principalmente proprio per le sue proprietà gelatinizzanti ,  addensanti e stabilizzanti …..questo sia nell’industria alimentare che cosmetica e anche farmaceutica. La pectina è un carboidrato indigeribile un polisaccaride di struttura ed è a tutti gli effetti una fibra solubile. Noi assumiamo la pectina mangiando frutta e verdura…è  infatti presente soprattutto nelle mele,  nelle prugne,  negli agrumi , nelle mele cotogne e nel uva spina.

Non molti sanno però che la pectina è dotata anche di interessanti virtù dietetiche ….vediamo insieme a che cosa può servire oltre che ad Addensare le nostre marmellate.

Pectina per la salute dell’intestino :  le proprietà gelificanti ed emollienti della pectina sono molto utili per regolarizzare le funzioni intestinali. Se soffriamo di diarrea proprio come quando abbiamo una marmellata troppo liquida assumere pectina aumenta la consistenza delle feci ; al contrario in presenza di stitichezza la pectina può favorire il transito intestinale purché accompagnata ad una giusta quantità d’acqua conferendo maggiore morbidezza alla massa fecale e distendendo le pareti coliche.

Pectina e colesterolo: la metabolizzazione intestinale della pectina da parte della flora batterica residente oltre a favorire la proliferazione dei germi benefici ed ostacolare indirettamente quella dei patogeni , origina acidi grassi a corta catena che nutrono la mucosa intestinale e possono diminuire ulteriormente i valori di colesterolo LDL nel sangue oltre a prevenire il cancro al colon.

Pectina e diabete : la riduzione del rischio cardiovascolare attribuita ad una dieta ricca in pectina è legata anche alla sua capacità di intrappolare gli zuccheri a livello intestinale rallentandone l ‘assorbimento .Questo si riversa con una stabilità dei livelli glicemici che è importantissima nella prevenzione del diabete di tipo 2 e dell’ ipertrigliceridemia.

Le dosi di pectina che noi dobbiamo assumere per poter usufruire  delle proprietà benefiche di cui vi ho parlato sopra si aggirano intorno ai 15 grammi al giorno…… potremo per esempio mangiare una mela e due arance, così facendo potremmo ingerire in maniera naturale e salutare il quantitativo giornaliero senza ricorrere a integratori artificiali.

La pectina, infatti,  è contenuta anche negli agrumi ….in questo caso è presente soprattutto nella parte bianca che troviamo sotto la buccia,  detta albedo,  per cui è preferibile ingerire il frutto intero anziché la spremuta. Ecco perché tutti i nutrizionisti danno una notevole preferenza al frutto consumato intero rispetto alle spremute ed ai succhi di frutta che sono oltretutto particolarmente ricchi di zuccheri e poveri di fibra .

La pectina può essere realizzata facilmente anche da soli. Si può Infatti preparare anche in casa a partire dagli scarti lavati delle bucce di frutta …..queste ultime vanno poi frullate aggiungendo acqua e cuocendo a bagnomaria per circa due ore ;  una volta ottenuto un composto simile alla marmellata lo si filtra con un colino. Infine si versa il composto in un contenitore che utilizziamo di solito per i cubetti di ghiaccio e la si conserva in freezer utilizzandolo all’occorrenza aggiungendo la durante la preparazione di marmellate di frutta  e confetture. Ovviamente vi consiglio sempre di usare bucce di prodotti che comprate a km 0 dei quali vi accetterete anche che non siano stati trattati con pesticidi.