Archivi tag: asparagi

ROTOLINI DI CREPES ALGLI ASPARAGI

Con gli ultimi asparagi dell’orto realizziamo un primo di tutto rispetto….

 

Per le crepes : 250 ml di latte intero ,  125 g di farina 00,  2 uova,
sale,  burro per la padella.

Per il ripieno :1 mazzo di asparagi,  300 g di robiola,  50 g di parmigiano reggiano grattugiato, 2 cucchiai di pangrattato, 1 uovo, 1 scalogno,  20 g di burro,  sale, pepe

Per la salsa alla ricotta: 500 ml di latte, 40 g di burro, 3 cucchiai di farina 00,  120 g di ricotta,  sale, pepe, noce moscata

Per cucinare i rotolini di crepes agli asparagi, occorre preparate 3 crepes . Per fare ciò dovrete suddividere il composto ottenuto (non sarà necessario effettuare il periodo di riposo indicato) in tre parti e cuocere su entrambi i lati ciascuna di essere in una padella antiaderente da 28 cm appena unta di burro. Via via che saranno pronte impilatele su loro stesse e tenete da parte.

In una padella antiaderente fate appassire lo scalogno tagliato a rondelline nel burro e, quando sarà trasparente, unite gli asparagi mondati e affettati sottilmente. Le cime andranno lasciate intere in modo da utilizzarle per decorazione. Aggiustate di sale e pepe e saltateli cuocete fino a quando saranno teneri ma non troppo. Fate raffreddare.

In una ciotola riducete a crema la robiola con una frusta. Aggiungete il parmigiano grattugiato, l’uovo, gli asparagi precedentemente preparati e il pangrattato. Mescolate fino a ottenere un composto abbastanza denso e omogeneo. Aggiustate di sale e pepe.

Stendete una crepes e farcitela con un terzo del ripieno preparato. Livellate con il dorso di un cucchiaio

e arrotolate stretto. Procedete in questo modo fino ad esaurimento degli ingredienti. Ponete i 3 cilindri così ottenuti in congelatore a raffreddare per 30 minuti.

Nel frattempo preparate la salsa: in una casseruola fate scaldare il burro, unite la farina tutta in un colpo e fate cuocere per 3 minuti. Mescolando continuamente con una frusta aggiungete il latte a filo e fate cuocere fino a quando otterrete una salsa omogenea e liscia. Fuori dal fuoco unite la ricotta e mescolate con una frusta per amalgamare. Regolate di sale, pepe e noce moscata.

Prelevate i cilindri di crepes dal freezer e, dopo aver rifilato i bordi, tagliateli a fette da 2-3 cm di spessore utilizzando un coltellino affilato. Disponete un po’ della salsa alla ricotta all’interno di una pirofila che possa andare in forno e livellate in modo da formare uno strato omogeneo. Disponetevi i rotolini di crepes affiancandoli tra di loro.

Completate con la salsa rimasta e le cime di asparagi tenute da parte. Spolverizzate con del parmigiano reggiano grattugiato a piacere e cuocete nel forno già caldo a 200° per 15 minuti, poi per altri 5 minuti sotto il grill per far gratinare. Servite subito questi gustosi rotolini di crepes agli asparagi e vedrete che successo!!

BUON APPETITO

ASPARAGI IN PADELLA

In questo periodo,  dove madre terra ci regala questo stupendo ortaggio , approfittiamo e realizziamo qualcosa di buono….

Ingredienti:250 g di asparagi, 50 ml di  brodo vegetale, 1 cucchiaio di olio evo, sale.

Lavare accuratamente gli asparagi sotto acqua corrente, rimuovere la parte bianca del gambo, raschiarli con un coltello non troppo affilato facendo molta attenzione a non toccare le punte, fragili e delicate.

Tagliare le punte ed affettare la restante parte tenera del gambo nello spessore di mezzo centimetro.Scaldare il brodo.

Mettere in una padella l’olio, gli asparagi e portarla sul fuoco.Far cuocere per un paio di minuti quindi unire un pizzico di sale, il brodo vegetale e far cuocere per 10 minuti a fiamma media coperto.

A fine cottura scoperchiare, alzare la fiamma, far asciugare il liquido di cottura e regolare di sale.

Servire in tavola ben caldo.

BUON APPETITO

TORTA SALATA DI ASPARAGI E BACON

C’è solo una descrizione per questa torta salata……deliziosa!!

Ingredienti:1 rotolo di pasta sfoglia ,100 gr di bacon , 1 mazzo di asparagi verdi , 200 gr di formaggio latteria fresco , 2 uova, pepe e sale

Come prima cosa lavate bene gli asparagi, spuntate la parte finale più dura e poi lessateli in acqua calda per 15-20 minuti, dipende dalla dimensione degli asparagi.

Scolate gli asparagi, fateli raffreddare. Nel frattempo accendete il forno a 180 gradi. Prendete una tortiera, ricoprite con carta forno e adagiateci sopra la pasta sfoglia.

Avvolgete intorno ad ogni asparago mezza fetta di bacon, disponete gli asparagi uno accanto all’altro sopra alla pasta sfoglia e poi cospargete di formaggio latteria tagliato a scaglie ed una macinata di pepe.

Sbattete le uova con un po di sale e versatele sugli asparagi ruotando la tortiera per distribuire uniformemente il tutto.

Infornate la torta di asparagi verdi e bacon. Cucinate per 25-30 minuti, la pasta sfoglia deve diventare dorata. Sfornate, tagliate a fette e servite la torta calda o anche fredda, è buona in entrambi i modi.

BUON APPETITO

CROSTATA AGLI ASPARAGI CUKO

Avevo nella credenza della cucina un vasetto di asparagi in salamoia che mi è stato regalato durante le festività Pasquali….ho provato a realizzare con loro una crostata salata come piatto unico da mangiare accompagnata solo magari da un bel piatto di insalata….risultato ottimo direi…se volete provare anche voi ecco la ricetta.

Ingredienti: un vasetto da 400 gr di asparagi verdi in salalmoia, 100 gr di pancetta affumicata a cubetti, 200 ml di panna da cucina, sale, pepe, 3 uova.

Tagliare gli asparagi a tocchetti, metterli in uno scolapasta ad asciugare un pochino.Nel boccale pulito unire le uova, la panna, la pancetta, sale e pepe, mescolare: 20 sec. vel. 6. Stendere la pasta sfoglia su una teglia con la sua carta forno, versarci il composto di uova e disporre gli asparagi sulla superficie. Cuocere in forno preriscaldato a 200 per circa 30 minuti ( verificare sempre la cottura nel caso lasciare ancora qualche minuto. Sfornare e lasciare raffreddare. Servire sia tiepida che fredda… 

BUON APPETITO

Lasagne asparagi e salsiccia

Questa ricetta è stato un esperimento molto ben riuscito… c’era un po di salsiccia che girava sola soletta in frigo…allora ho voluto provare l’abbinamento con gli asparagi….niente male direi!!

Ingredienti: pasta fresca all’uovo per lasagne 250 gr, besciamella 700 gr, asparagi 1 kg ( una volta puliti ve ne restano molto meno), 200 gr di salsiccia, formaggio grattugiato, poco vino bianco.

Iniziamo con gli asparagi: li puliamo per bene eliminando la parte del gambo che risulta essere più dura, raschiamo con un pelapatate il resto del gambo e li mettiamo a cuocere , in acqua leggermente salata , con le punte fuori dall’acqua fino a quando sono teneri.

In una padella antiaderente mettiamo a rosolare , senza alcun condimento, la salsiccia alla quale avremo tolto la pelle esterna e la sbricioliamo per benino.Aggiungiamo appena un goccino di vino bianco e lasciamo cuocere a fuoco dolce  per circa 10 min.

Quando gli asparagi sono cotti, li tagliamo a tocchetti e li versiamo nella padella con la salsiccia e lasciamo insaporire per bene il tutto per qualche minuto.

Nel frattempo preparate anche la besciamella.

Ora che abbiamo tutto pronto non ci resta che comporre il nostro pasticcio: prendiamo uno stampo da forno e facciamo un primo strato di besciamella, pasta fresca da lasagne , ora uno staro di besciamella ed ora cospargiamo con un po di asparagi e salsiccia.Di nuovo pasta, besciamella ed asparagi sino a terminare gli ingredienti.

Sull’ultimo strato , prima di infornare diamo anche una spolverata di grana e poi inforniamo a 180/ 200 ° fino a quando si sia formata una bella crosticina dorata in superficie.

Le lasagne asparagi e salsiccia sono pronte; come vedete non ho usato tanta salsiccia perchè altrimenti il suo sapore deciso avrebbe coperto troppo il sapore più delicato degli asparagi ma se lo desiderate potete anche modificare le dosi….

 

BUON APPETITO

Pesto agli asparagi cuko

Perfetto come condimento per tagliatelle o trenette o…quello che più vi piace…ideale per preparare un crostino per le prossime festività Pasquali od anche farcire dei tramezzini….a voi decidere!!

Ingredienti per 4 persone:400 gr di asparagi , 3/4 foglie di basilico, 2 spicchi d’aglio, 1 pizzico di sale, 40 gr di olio di oliva extra vergine, 40 gr parmigiano grattugiato, 30 gr. noci o pinoli o anche mandorle.

Pulite gli asparagi e togliete le parti più dure (lasciatene un paio per guarnire i piatti).Lessate gli asparagi in pentola oppure .

Inserire nel boccale le noci e tritarle ad impulsi fino ad ottenere un trito fine.Togliere e mettere da parte.

Tagliare gli asparagi in piccoli pezzi metteteli nel boccale.Aggiungete tutti gli ingredienti tranne le noci , frullando tutto per 15 secondi a velocità 10.Aggiungere ora anche le noci e tritare nuovamente 10 sec vel 7. Amalgamare per bene il pesto con una spatola.

Il pesto è pronto ottimo con la pasta  fresca all’uovo.

BUON APPETITO

Tagliolini all’uovo con asparagi e gamberetti

Festeggiamo la Santa Pasqua con questo delizioso primo piatto tanto delicato quanto gustoso….

Ingredienti:  400 gr di tagliolini o tagliatelle fresche all’uovo, 400 gr di gamberetti, uno scalogno, prezzemolo fresco tritato, un bel mazzo di asaparagi, sale e pepe, olio evo q.b., un po di vino bianco.

Iniziamo pulendo gli asparagi  tagliando il pezzo del gambo più duro e raschiandoli con il pelapatate.Mettiamoli in una casseruola con acqua fredda e cuociamoli fino  a quando siano divenuti teneri facendo attenzione alle punte.

Scolate gli asparagi ed attendete un attimo che si raffreddino, quindi tagliateli a pezzetti e tenete da parte le punte.In una padella antiaderente fate soffriggere lo scalogno tagliato sottile e una volta cben rosolato aggiungete i gamberetti. Sfumate subito con un goccio di vino bianco e, quando evaporato aggiungete anche gli asparagi.Fate cuocere il tutto per circa 5 minuti a fuoco dolce ed ora cospargete con un po di prezzemolo tritato aggiustando se necessario di sale e per chi lo desidera un pochino di pepe.Spegnete.

Nel frattempo potete cuocere i tagliolini in acqua salata e una volta pronti li scolate e li fate saltare  nel sugo preparato.

Portate subito in tavola…vedrete che bontà!!

BUON APPETITO

L’ortaggio del mese :L’ASPARAGO

Eccoci nuovamente all’appuntamento mensile dei nostri ortaggi.Questa volta tocca all’asparago.

Presente in molti piatti sopratutto con l’avvicinarsi delle festività Pasquali l’asparago è una delle verdure più attese ed amate della primavera.

 

 

Già raccolto tra Tigri e Eufrate in tempi ben remoti, sembra siano stati gli antichi Romani – altri dicono i Greci – a dare il nome all’asparago, ricordando che la cima (la parte apicale) ne rappresenta la porzione commestibile. A distanza di alcuni secoli l’asparago è riuscito a diffondersi in ogni continente, conquistando oggi le cucine italiane così come i campi peruviani e anche i ricettari tradizionali tedeschi.

ASPETTI NUTRIZIONALI

Povero di sodio e ricco in altri sali minerali (calcio, fosforo, magnesio, potassio), l’asparago vanta anche riconosciute proprietà diuretiche e depurative.
L’apporto nutritivo si completa con il buon contenuto di vitamine C (particolarmente nella varietà verde) e B9.

sono un portento di vitamina C, K e di acido folico, tutti elementi indispensabili per far funzionare al meglio il metabolismo. Inoltre, grazie al loro potente effetto diuretico, aiutano ad eliminare il sodio in eccesso

VARIETÀ

Si può dire che sia il colore a definire varietà (e località) degli asparagi, con il verde che domina in diffusione nell’area mediterranea e il bianco che invece risulta prediletto nel Nord Europa e – in Italia – nel Veneto.

In Italia possiamo vantare una straordinaria ricchezza per quanto concerne le diverse tipologie di asparagi. Abbiamo ad esempio diverse varietà di asparago bianco. La seconda delle zone di provenienza possiamo distinguere tra l’asparago bianco di Bassano, l’asparago bianco di Cimadolmo, l’asparago bianco di Padova e l’asparago bianco di Rivoli Veronese (la cui produzione è limitata ed a cui nel mese di maggio è dedicata una fiera).

In Lombardia troviamo una particolare varietà di asparago, solitamente inserito tra gli asparagi bianchi, che in realtà presenta una tonalità di colore differente. Si tratta dell’asparago rosa di Mezzago, simbolo della biodiversità agroalimentare lombarda, la cui coltivazione è stata riscoperta e riavviata nel corso degli ultimi due decenni.

Per quanto riguarda gli asparagi verdi, è possibile ricordare l’asparago verde di Altedo, caratteristico della provincia di Bologna, l’asparago verde amaro Montine, prodotto nella laguna a nord di Venezia, particolarmente precoce, in quanto la sua raccolta ha già inizio a partire dal mese di marzo. Tra gli asparagi viola troviamo infine l’asparago violetto di Albenga, una varietà tanto dolce da poter essere consumata cruda, e l’asparago violetto di Cilavegna, la cui sagra cade la seconda domenica di maggio.

Seguendo così un criterio cromatico, possiamo distinguere principalmente tra asparagi:
– bianchi (o di Bassano), immacolati in quanto coltivati nascosti da fonti di luce,
– verdi, che germogliano all’aperto (da cui il colore della clorofilla),
– violetti, originariamente bianchi ma con le punte che bucano il rifugio sotterraneo esponendosi così al sole per colorarsi,
– selvatici, di forma sottile e colore verde uniforme, che crescono spontanei.

È seguendo la stessa scala cromatica che si può ricostruire quella del gusto: sono infatti gli asparagi bianchi quelli più delicati, mentre i verdi e selvatici risultano al palato più forti e i violetti infine acquistano dei toni di amaro.

IN CUCINA

Gli asparagi sono dotati di una parte sotterranea equivalente alle radici (rizoma o zampa) dalla quale spunta la porzione commestibile (il turione). A differenza di altre verdure per le quali un minore spessore è sinonimo di tenerezza, per gli asparagi sono proprio i turioni di diametro maggiore quelli più teneri, in quanto dotati di una polpa maggiore rispetto alla parte esterna.

L’asparago accompagna bene ogni genere di piatto, dagli antipasti ai contorni (frittate, quiches), fino ai primi piatti (con riso e pasta). Una buona idea? Servirlo all’inizio del pasto accompagnato da crostini e una salsa di vinaigrette.

Mentre per zuppe o risotti la varietà bianca è ottimale, le frittate si sposano al meglio con gli asparagi selvatici raccolti nei boschi (puoi passarli prima alcuni minuti in padella per attenuare il caratteristico sapore molto forte).

Ricorda: non esistono asparagi a lunga conservazione: l’ideale è consumarli freschi, altrimenti sono da tenere due giorni al massimo in frigo.

 A Schrobenhausen vicino Monaco di Baviera, esiste il Museo Europeo degli Asparagi, dove è possibile trovare tutto quello che ruota attorno agli asparagi. Libri e arnesi per la coltura e il raccolto fanno bella mostra di sé e, all’inizio di maggio, viene organizzato un mercatino dove vengono venduti gli asparagi direttamente dai produttori locali e sono inseriti nei menù dei ristoranti come piatto principale.

COME ACQUISTARE GLI ASPARAGI

Controllare le punte degli asparagi. Le piccole ‘foglie’ che decorano le punte degli asparagi dovranno essere ben chiuse e sode, evita di acquistare degli asparagi con le punte ‘aperte’ o mollicce.

I gambi dovranno essere sodi. Asparagi molli al tatto potrebbero essere troppo vecchi, o essere stati maltrattati durante il trasporto.

Controlla la forma del gambo degli asparagi. Dovranno avere una sezione rotonda e non appiattita.

Osserva la parte finale dei gambi, dove gli asparagi sono stati recisi dal terreno. Questa parte non dovrà apparire legnosa o secca, altrimenti dirigi la tua attenzione su un altro mazzetto di asparagi.

Annusali. Se gli asparagi sono freschi non hanno nessun tipo di odore.

Scegli degli asparagi della giusta dimensione. Gli asparagi giovani sono molto sottili, ed hanno uno stelo che non necessita di essere pelato per essere mangiato. Al contrario, gli asparagi un po’ vecchiotti, hanno bisogno di una preparazione particolare per essere cucinati.

Pulire e Conservare gli Asparagi

Pulisci gli asparagi solo poco prima della cottura. Non lavarli per poi conservarli, altrimenti si rovineranno molto in fretta.

Lavali in acqua fredda e presta molta attenzione alle punte, spesso sono la parte più sporca.

Puoi conservare gli asparagi fino a 3-4 giorni in frigorifero. Avvolgi l’estremità dei gambi con della carta assorbente inumidita e disponili in un sacchetto per alimenti in plastica. In questo modo ne preserverai la freschezza.

Bene credo sia tutto anche per questa volta…sperando di avervi fatto cosa gradita ci risentiamo il prossimo mese con la rubrica l’ortaggio del mese.

Buona cucina a tutti!

Strudel di brisee con asparagi e spek

Pronto l’antipasto per Pasqua!!

Ingredienti :1 Rotolo di pasta brisè, 250 g di asparagi, 4 uova, 2 mozzarelle, 6 fettine di speck, parmigiano q.b., sale q.b., pepe un pizzico.

Preparazione:
Iniziamo sempre dagli asparagi, laviamoli e tagliamoli a pezzetti togliendo la parte legnosa alla fine e li facciamo sbollentare in acqua,appena scolati li mettiamo a parte.Lavoriamo le uova con il parmigiano,sale e pepe ed aggiungiamo i nostri asparagi,li andremo ad infornare a forno preriscaldato 180° per 10 minuti circa,è consigliabile una teglia rettangolare media (con un foglio di carta forno) e non piccola altrimenti risulteranno troppo spesse e verrà male arrotolarle,l’altezza ottimale dopo la cottura è di poco più di mezzo centimetro.
Nel frattempo apriamo la nostra pasta brisè mettiamo subito la mozzarella tagliata in piccoli pezzi e appena pronta adagiamo la nostra frittata,aggiungiamo le fette di speck e chiudiamo ancora con la mozzarella.Facendo attenzione iniziamo ad arrotolare la nostra pasta,potete aiutarvi con la carta forno che è già alla base della brisè e cerchiamo di stringere il tutto per bene,alla fine spennelliamo il rotolo con poco latte ( se volete non è obbligatorio) e mettiamo in forno a 180°per circa mezz’oraUna volta pronto quando la superficie ha un bel colore dorato ,possiamo sfornare ed attendere qualche minuto prima di tagliare a fette oppure se preferite lo potete anche portare in tavola intero tanto il successo è comunque assicurato!!
BUON APPETITO

Risotto alla crema di asparagi mantecato al brie

risotto alla crema di asparagi mantecato al brie
risotto alla crema di asparagi mantecato al brie

Ieri sera avendo degli ospiti speciali ho pensato di prenderli per la gola con un piatto tanto semplice quanto buono….ora vi svelo il segreto.

Ingredienti:400 gr di riso, 400 gr. di asparagi, 50 gr. di brie tagliato sottile, 30 gr. di burro, brodo vegetale q.b., 100 ml. di vino bianco, formaggio grana.

Lessare gli asparagi, scolarli e frullarli con un po’ di brodo.(potete anche usare gli asparagi conservati al naturale che hanno semplicemente una composizione di acqua e sale come liquido di governo)

In una pentola rosolare il burro e la cipolla, aggiungere il riso e tostarlo bene a fiamma vivace. Sfumare con il vino bianco . Cuocere il risotto lentamente, aggiungendo poco brodo per volta.

Verso poco più della metà cottura aggiungere  la crema di asparagi. Continuare la cottura aggiungendo sempre il brodo necessario.

Quando il riso è cotto, mantecare con il brie e i formaggi grattugiati.

Se volete potete portare il piatto in centro tavola guarnendolo con pezzi di brie………………sentirete che piatto super!

BUON APPETITO